Ventiquattresima settimana di gravidanza

Dimensioni del bambino nella settima settimana 29 Centimetri (560 grammi)
Sintomi nella settima settimana Aumento del peso corporeo regolare, pipì frequente. Avvertirete i primi calcetti.
Suggerimenti per la settima settimana Date ascolto al vostro fisico e non vi stressate in modo eccessivo. Alimentatevi correttamente al riparo dalle tossine e dagli alimenti chimici.

Il secondo trimestre di gravidanza è terminato e potete dedicarvi interamente a voi stesse avendo abbandonato da tempo i fastidi come le nausee mattutine e i problemi di digestione. Il feto inizia a schiacciarsi contro le pareti dell’utero, oramai espanso alla sua massima dimensione. Potranno comparire fastidi alla schiena alla vescica per la pressione interna del bambino. E’ il momento per dedicarsi ai corsi pre-parto e fare conoscenza di altre mamme nello stesso periodo di gestazione.

Cosa accade al bambino in questa fase

Il bambino sta proseguendo il suo sviluppo molto velocemente ed è lungo circa 29 cm. Il suo peso, variabile da gravidanza a gravidanza è intorno ai 560 grammi. Il bambino è completamente formato e ora continua a guadagnare peso per formare muscoli, organi, e per la formazione degli importantissimi strati di grasso bruno, utile alla regolazione della temperatura corporea. Questo spiega il motivo per cui i bambini nati prematuri vengano messi in incubatrice dopo la nascita, ossia per scaldarli e sopperire alla mancanza di grasso bruno.

Il resto degli organi sono formati. I polmoni sono maturi al punto di permettere a bambini nati prematuramente alla 24° settimana di sopravvivere, anche se sottoposti in terapia intensiva, che dovrà durare fino alla data prevista del parto. In realtà i polmoni sono pronti al 90% perché è ancora assente il surfattante, una parte composta da speciali cellule che producono tensioattivi necessari a gonfiare le sacche d’aria. I bambini nati prematuramente in questa fase, non hanno ancora il surfattante sviluppato e quindi potrebbero avere problemi di respirazione critici.

[wpsgallery]

L’udito è completamente sviluppato e il bambino può riconoscere la voce della mamma e del papà.

Anche in questa settimana, come avveniva nella ventitreesima, possono verificarsi le contrazioni di Braxton Hicks.

Il feto ora ha ogni caratteristica somatica sviluppata e collocata al posto giusto, anche se gli occhi rimangono chiusi. I capelli sono presenti anche se in lunghezze differenti da bambino a bambino e le ciglia anche sono completate. Da questo momento in poi, il feto possiede le sembianze complete dell’essere umano. Nei prossimi tre mesi continuerà a sviluppare la potenza polmonare, respirando liquido amniotico e preparando i polmoni ed il diaframma all’attività di inspirazione ed espirazione.

Lo sviluppo del corpo materno

Potete avvertire la punta dell’utero ad una distanza di ben 5 cm dal vostro ombelico (sopra di esso). La pelle del seno e della pancia continua a tirarsi aumentando il prurito e la secchezza. Una buona crema idratante vi verrà in aiuto per entrambi i problemi. Sarà facile avvertire i momenti in cui il bambino è sveglio da quelli in cui dorme e potrete quindi concentrarvi in riposini pomeridiani non appena avvertite che il bambino smetter di scalciare.

La pressione dell’utero e la forte vascolarizzazione del basso addome potrà portare a fenomeni di emorroidi e di perdite di sangue. Eventuali sensazioni di congestione nasale sono dovute all’aumento delle secrezioni mucose e ovviabili con dello spray nasale decongestionante.

Cosa aspettarsi e come comportarsi

Considerando che in questa fase della gravidanza può comparire il diabete da gravidanza, anche noto come “diabete gestazionale”, alcuni ginecologi o medici curanti potrebbero prescrivervi delle analisi del sangue come il “test del glucosio”, frequente nel 5% delle donne in gestazione e lo screening per questo tipo di disturbo si effettua a partire dalla 24° settimana di gravidanza.

Il diabete gestazionale è dovuto alla grande quantità di ormoni prodotti dalla placenta (organo che si sviluppa esclusivamente per questo obiettivo). Questi ormoni possono interferire con l’insulina, la cui diminuzione può portare al diabete.

Non preoccupatevi per eventuali chili in eccesso che prenderete in questa fase. Se vi state alimentando correttamente, mangiando sano, senza grassi saturi, senza ingozzarvi di dolci e cibo spazzatura, il vostro fisico tornerà esattamente come prima della gravidanza. Sconsigliamo quindi di mangiare Nutella in gravidanza e altro cibo di considerato grasso e non salutare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *