Si può vedere tutto con l’ecografia morfologica?

Rispondiamo a questa domanda con il testo che viene fatto firmare in fase di ecografia, ossia il “consenso informato”, che accompagna l’esame.

Il consenso informato su cosa individua la morfologica

“Ci possono essere alcune limitazioni ad una accurata valutazione morfologica del feto dovute a problemi tecnici legati alla posizione del feto, alla gemellarità, allo spessore del pannicolo adiposo materno, alla presenza di cicatrici sull’addome della mamma e all’epoca di gestazione in cui viene eseguita l’ecografia morfologica.

Anche se la valutazione è stata accurata esistono purtroppo numerose patologie malformative, talvolta complesse e gravi che per le loro specifiche caratteristiche morfologiche e funzionali non possono essere identificate con l’ecografia. Altre patologie, per la loro evoluzione naturale possono rendersi manifeste solo nel terzo trimestre o dopo la nascita.

Si sottolinea come l’esame ecografico consente di identificare dal 30 al 70% delle malformazioni maggiori e che pertanto per i limiti intrinseci della metodica è possibile che alcune malformazioni fetali, anche importanti, non siano rilevate.

Non è compito dell’ecografia la rilevazione delle cosiddette anomalie minori.”

Per ulteriori approfondimenti, o per il video, vi invitiamo a consultare la pagina principale dell’ecografia morfologica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *