La sesta settimana di gravidanza

Dimensioni del bambino nella settima settimana 0,6 Centimetri
Sintomi nella settima settimana Stanchezza, fastidi addominali, gonfiore, sbalzi ormonali, problemi a digerire e nausee mattutine.
Suggerimenti per la settima settimana Bere molta acqua, STOP a tutte le medicine, al fumo e agli alcolici; iniziare una dieta sana, consultare il proprio ginecologo e riposarsi.

Siamo all’ultima fase dei test di gravidanza, che dopo 15 giorni di ritardo nel ciclo, normalmente ha già portato tutte le donne ad eseguire test specifici. In realtà l’embrione ha un mese di vita (scopri il perché della differenza tra le settimane dichiarate da quelle dalla data di fecondazione dell’ovulo).

Questo è il momento di alcuni importanti stravolgimenti nel corpo della madre e del bambino.

Il bambino cresce veloce e in questo primo trimestre di vita si svilupperanno tutti gli organi e le principali caratteristiche del corpo. Eventuali danni al feto in questa fase dovuti ad alcool, fumo e ingestione di sostanze tossiche, possono aumentare fortemente il rischio di sviluppare anomalie nel feto ed è necessario interrompere ogni comportamento irrispettoso del bambino non appena si scopre di essere incinta e per tutta la durata della gravidanza.

La crescita del bambino

In questo momento il feto raggiunge le dimensioni di un fagiolo e alla sesta settimana la testa inizia a emergere sul resto del corpo in quanto a dimensioni.

Lenti ma presenti, i primi movimenti del feto fanno la comparsa, anche se la madre non potrà percepirli fino al secondo e terzo trimestre.

Il viso si inizia a delineare: naso ed occhi sono ancora più delineati rispetto alla quinta settimana. Anche le orecchie iniziano a diventare evidenti e a differenza della 5° settimana, le mani e i piedi iniziano a vedere la comparsa delle dita pinnate (unite), mentre mancano ancora pollici e alluci, che sono appena abbozzati.

I polmoni e gli altri organi già presenti nella quinta settimana crescono e compaiono anche nuove aree destinate ad evolversi in ulteriori organi come il fegato, la milza, il pancreas e la ghiandola tiroidea. Il cuore, che già batte da una settimana, è nettamente diviso nella parte destra e sinistra, generando un battito di 150 colpi al minuto (il doppio dell’individuo adulto) e anche il cervello mostra chiaramente le tre aree differenti dello stesso in cui rimarrà diviso per tutta la durata della vita del bambino.

Cosa succede alla madre

Nelle donne più sensibili (alcune non avverto alcuna differenza rispetto al periodo in cui non erano incinta), permangono il malessere mattutino, sonnolenza, le nausee, la spossatezza e stanchezza, il senso di affaticamento, fastidi addominali o nell’area pelvica ecc…

Anche l’umore continua la sua variabilità a causa dei picchi ormonali di estrogeni e progesterone, molto simili a quelle del periodo precedente il ciclo mestruale, in cui gli sbalzi di umore sono presenti per lo stesso motivo.

Alcuni alimenti possono iniziare a dare fastidio, come i dolci, che alcune donne bandiscono inconsapevolmente dalla propria dieta, mentre aumenta la voglia per alcuni tipi di cibi (variabili da donna a donna, e che vanno dai peperoni al chili con carne alle verdure).

A questa variazione della dieta possono associarsi aumenti o perdite di peso nel corpo della mamma.

Cosa fare nella sesta settimana?

Nulla di particolare, ma qualora le nausee vi spingessero anche a vomitare, non scordatevi di reidratarvi bevendo molta acqua. Quello che per voi può sembrare futile, per l’equilibrio del corpo del bambino che si va formando è importantissimo. Evitare assolutamente fumo, alcool, sostanze chimiche (colle, vernici, esalazioni, acidi, ecc..) e soprattutto eliminare dall’alimentazione dei nove mesi il cibo spazzatura.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *