Quarantesima settimana di gravidanza

Dimensioni del bambino nella settima settimana 52 Centimetri (3500 grammi)
Sintomi nella settima settimana Dolori. Probabile rottura delle acque ed inizio del travaglio.
Suggerimenti per la settima settimana Bere moltissimo (2 litri al giorno) e prepararsi al parto, oramai imminente.

L’attesa è terminata. Siete pronte per guardare in viso il vostro bambino. La quarantesima settimana è quella decisiva. Il bambino potrà arrivare in qualsiasi momento della settimana. La 40° settimana statisticamente rappresenta quella con maggiori probabilità di parto. Sarete euforiche ma anche molto stanche e dovrete riuscire a mantenere un’elevatissima igiene personale, per prepararvi al parto e all’arrivo del bambino.

Molto probabilmente non sarete qui davanti al computer a leggere questa pagina, ma sarete in ospedale o nella struttura in cui avrete deciso di partorire a mettere al mondo vostro figlio/a.

In questo momento dovete concentrarvi e non avere fretta,mantenendo fiducia nella natura. Considerate che indietro non potete tornare, e pensate che a breve avrete tra le vostre braccia il vostro frugoletto/a.

Allora si, che dovrete aver paura :D

Preparatevi a tante notti insonni ma ricche di felicità.

Lo sviluppo del bambino

Alla quarantesima settimana di gravidanza, il bambino avrà raggiunto un peso che sarà orientativo tra i 3 ed i 4 chilogrammi, per una lunghezza di 45-54 centimetri, ovviamente differente tra maschietto e femminuccia. In questa fase la posizione assunta sarà con la testa verso il basso, in cui riposerà fino al momento del parto. Il suo processo di crescita vede ogni giorno le funzioni cerebrali potenziarsi, le ossa indurirsi (ad eccezione delle ossa della testa, che rimarranno morbide per permettere l’uscita della testa dalla vagina della mamma.

[wpsgallery]

Questa fantastica elasticità è un’ulteriore prova della meraviglia della natura, che ha pensato veramente ad ogni cosa. Le fontanelle, ossia le aree frontali della testa in cui non è ancora presente una robusta copertura ossea può permanere per quattro-sei mesi dalla nascita. Spesso, guardando la testa del vostro bambino, potrete vederla pulsare in corrispondenza dell’apertura, seguendo il battito cardiaco. Ovviamente tali aree della testa non dovranno essere toccate con le mani o premute poiché si entra direttamente in contatto con le meningi ed il cervello.

Cosa succede alla mamma

In questa fase avete toccato la punta massima di dimensioni del vostro corpo e il bambino è pronto ad uscire. Si muoverà molto e in questa fase, ciascun movimento e soprattutto l’eventuale manovra necessaria a girarsi vi farà percepire dolori importanti. Il mal di schiena, la necessità di urinare frequentemente, la pressione verso l’inguine e la comparsa di emorroidi da gravidanza saranno presto solo un ricordo.

Arrivano inoltre i famosi “dolori falsi” ossia quei fastidi dovuti alla pressione del bambino contro tutte le strutture del vostro corpo. Questi dolori scompariranno dopo il parto.

Inizierete a produrre il colostro, un pre-latte bianco-giallastro che fuoriuscirà dai vostri capezzoli. Avrete gonfiori alle gambe e ai piedi, che presto spariranno.

Dovrete permettere alle contrazioni di fare il loro lavoro e di dare il via alla parte più importante della gravidanza, ossia il parto. In caso di forti dolori cercate di rilassarvi e respirare, magari con esercizi per rilassare il perineo, che avrete appreso nei corsi pre-parto.

Consigli utili

Continuate a bere molta acqua (2 litri al giorno minimo) e continuate a fare esercizi di respirazione e di ginnastica leggera, per mantenervi in forma anche in questa fase di ridottissima capacità motoria. Mantenetevi lontano dallo stress, dalle discussioni e chiedete aiuto ai vostri familiari per tutte le questioni domestiche.

A questo punto non dovrete più preoccuparvi del parto, poiché avrete preparato tutto, dalle borse ai documenti necessari per il ricovero.

Non ci resta che inviarvi il nostro più sentito “in bocca al lupo” e aspettare di ricevere la fotografia del tuo nuovo piccolo grande amore a info (chiocciola) informazionigravidanza (punto it)!