Pannolini, quali scegliere?

Anche se questo argomento è decisamente precoce per me che sono appena entrata nel 6° mese, non lo è assolutamente nei termini dei danni che l’accumulo di pannolini tradizionali porta quotidianamente.

A favore dei pannolini lavabili

Ogni pannolino impiega circa 500 anni per essere biodegradato! Incredibile, vero? Nella sua produzione sono utilizzate enormi quantità di acqua e di alberi dai quali viene estratta e trattata, mediante processi chimici che rilasciano sostanze tossiche, la cellulosa. I normali pannolini sono rivestiti di plastica, le cui caratteristiche inquinanti tutti conosciamo. Solo alcuni paesi posseggono inceneritori in grado di smaltire correttamente le ceneri e le sostanze inquinanti prodotte dalla loro combustione.

Se consideriamo una media di 5 pannolini al giorno per circa 2,5 anni, il risultato sarà di 4.500 pannolini!

Detto, questo, riaffermo la mia totale, attuale, inesperienza a riguardo. Posso solo dire che la via più facile non è sempre la migliore da seguire. Possiamo almeno provare ad abbandonare la via del classico pannolino usa e getta, o, per chi può permetterselo, visto i costi leggermente più alti, utilizzare pannolini biodegradabili, o intervallare gli uni agli altri, per ammortizzare almeno in parte l’impatto ambientale.

I pannolini lavabili sono composti da diverse parti, alcune cestinabili, altre no, ma riutilizzabili all’infinito. Il costo medio di un kit da 10 pannolini è di circa € 300. Consideratelo un investimento o fateveli regalare.

Qui di seguito alcuni siti internet dove è possibile acquistarli online.

 

C’è da dire che i pannolini lavabili sono più ingombranti e la capacità d’assorbenza è probabilmente minore, non utilizzando prodotti chimici. Questo spinge il bimbo precocemente verso il vasetto.

A sfavore dei pannolini lavabili

Molto utile la seguente lettura di mamme sfavorevoli all’uso di pannolini lavabili: http://ambiente.comune.forli.fc.it/public/upload/Pieghevole_A5_12pag.pdf

Fonti: internet + “Evviva sarò mamma. Aiuto!” , di Aliberti editore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *