Ottava settimana di gravidanza

Siete a metà del primo trimestre di gravidanza, proprio il momento esatto in cui iniziano a manifestarsi i primi cambiamenti nel corpo della mamma. La pancetta oramai è presente, qualche chilo è stato già preso (alcune donne sfruttano la gravidanza per mangiare oltre il dovuto, acquisendo anche 4 o 5 chilogrammi nel primo trimestre).

Siete al primo importante giro di boa. Le possibilità di abortire spontaneamente, dall’ottava settimana in poi diminuiscono in modo importante. In alcuni stati esteri, l’ottava settimana è il momento per richiedere allo stato i documenti per la nascita, mentre in Italia, tutte le pratiche burocratiche sono rinviate al periodo post-parto.

Lo sviluppo e la crescita del bambino

Il bambino è uscito dallo stadio di embrione, entrando in quello di Feto (conosci già la differenza tra embrione e feto?), proprio nell’ottava settimana. L’embrione a questo punto diventa Feto, e presenta tutte le caratteristiche di un essere umano adulto, anche se non ancora sviluppate. Le orecchie prendono forma, sia nel lobo esterno che nei meccanismi uditivi interni. In questa fase inizia a regredire la “coda embrionale”, ossia la parte finale dell’embrione opposta alla testa.

In questa fase le ossa iniziano a crearsi, sostituendosi alla struttura cartilaginea, quindi mascelle, braccia e gambe iniziano a formarsi. Anche gli organi interni sono in posizione, anche se lo sviluppo completo richiederà ancora altre settimane. Occhi, palpebre, pollici, dita, tratti del volto iniziano a delinearsi in modo netto. Dall’ecografia dell’ottava settimana di gravidanza vedrete che il sesso non è ancora visibile (mentre inizia a farsi vedere nel video dell’ecografia della 13° settimana in cui il sesso maschile è visibile). Il peso complessivo del Feto è di circa 4 grammi.

Cosa aspettarsi dal proprio corpo

La grandezza dell’utero in questa fase è delle dimensioni di un grande arancio e questo comporta a livello estetico un rigonfiamento che si può notare se si tolgono i vestiti. Dovreste aver quasi finito con nausee, acidità di stomaco, problemi di digestione, anche se alcune donne continuano ad averli per tutta la durata della gravidanza.

E’ il momento per passare a vestiti comodi e larghi e per rivedere anche le calzature (consigliate le scarpe da corsa o comunque da ginnastica). Per ridurre i problemi di digestione è bene continuare a mangiare poco e spesso, evitando pasti troppo pesanti. Questo metodo tra l’altro dovrebbe ridurre sensibilmente anche le nausee mattutine.

Al termine dell’ottava settimana di gravidanza, la quantità di sangue presente nel corpo della mamma è aumentato del 50% (un litro è diventato un litro e mezzo per intenderci), il seno diventa più grande e morbido e tutto il resto del corpo inizia a rendersi funzionale all’allattamento, anche se mancano ancora molti mesi.

L’aumento di volume sanguigno può dare vita a vene varicose, sia intorno al seno e ai capezzoli che in altre parti del corpo. I capezzoli subiscono inoltre una variazione di colore, a causa della pigmentazione della pelle che varia a causa delle modifiche ormonali.

Intorno ai capezzoli compariranno delle piccole bollicine, note con il nome di “tubercoli di Montgomery”, vere e proprie ghiandole che in alcuni casi potranno secernere del liquido giallastro, dal nome scientifico di “colostro”, un antenato del latte.

Il flusso ormonale sopra descritto e le sue conseguenze, non compaiono per tutte le donne nello stesso periodo (settimana). Alcune anticipano di una settimana o posticipano di una o due settimane la comparsa delle evoluzioni corporee sopra descritte.

Piccoli crampi possono comparire in zona utero a causa della crescita dello stesso, e alcune accusano dolori alla zona del nervo sciatico a causa della compressione dell’addome dovuto alla crescita dell’utero.

Consigli su come comportarsi

Comprare reggiseni più grandi (non fateveli prestare perché le secrezioni rischiano di rovinarli) e possibilmente di cotone per evitare irritazioni. Consigliamo di iniziare a spalmare olio di mandorla su seno e pancia per evitare le smagliature.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *