Le contrazioni di Braxton Hicks

Le contrazioni di Braxton Hicks, dal nome dello scienziato medico che per primo le descrisse nel 1872, sono vere e proprie contrazioni dell’utero che possono verificarsi nella seconda fase della gravidanza e che il corpo mette in atto per migliorare la circolazione sanguigna uterina, che aumenterà mano mano che si procederà con la gravidanza, fino al giorno del parto.

Cosa sono e come si verificano

Le contrazioni di Hicks si verificano come indurimenti temporanei non a cadenza ritmica all’interno delle fasce muscolari uterine. Tali contrazioni sono normali e fisiologiche e non devono indurre dubbi sullo stato della gravidanza. A differenza delle contrazioni che avvengono durante la fase pre-parto del travaglio, le contrazioni di Braxton Hicks non producono dolore alcuno e in alcuni casi possono essere così lievi da non permettere alla mamma di accorgersene. La sensibilità del corpo femminile a tali contrazioni dipende dalla soglia del dolore, dalla forma fisica della donna (nelle donne sovrappeso sono meno percepibili) e di parametri individuali. Non tutte le donne infatti avvertono le contrazioni di Braxton Hicks.

Questo tipo di contrazione può avvenire in risposta ad una sollecitazione esterna (urto) un movimento repentino o ad una stimolazione sessuale. Anche il contenimento dell’urina nella vescica può produrre tali contrazioni. In alcuni casi sono spontanee.

Braxton_Hicks

John Braxton Hicks (Nato a Rye, 23 febbraio 1823 – 28 agosto 1897) medico inglese, è stato specializzato in ostetricia e ginecologa, conducendo un numero elevato di studi e ricerche sui feti umani.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *