Kiwi in gravidanza: la vitamina C che aiuta la crescita cerebrale

Posso mangiare Vitamina C ed in particolare il Kiwi durante la gestazione?

La risposta è ovviamente si! Il Kiwi, come le arance, l’acerola e i mandarini sono ricchissimi di vitamina C, che aiuta lo sviluppo cerebrale del feto e che non deve mai mancare durante la gravidanza, dal primo trimestre fino alla data del parto e dovrà continuare ad essere assunta dal bambino anche dopo la nascita. L’assenza di tale vitamina, ricchissima nel kiwi, può portare a problemi nello sviluppo del cervello del nascituro, come dimostrato da una ricerca dell’Università danese di Copenaghen e relativa pubblicazione sulla rivista medica Plos One.

In tale studio viene analizzata una popolazione di cavie (porcellini d’India in gravidanza) alle quali viene somministrata la vitamina C in dosi normali ed in dosi insufficienti. Nel primo gruppo si ha uno sviluppo normale dell’ippocampo nel feto, mentre nel secondo gruppo una riduzione del 15% delle funzionalità cerebrali, a dimostrazione dell’importanza della vitamina C in gravidanza. Il danno subito dal feto non è tra l’altro recuperabile dopo la nascita, indipendentemente dalla somministrazione di vitamina C.

Il Kiwi è un alimento importantissimo, estremamente ricco di vitamina C e ottimo al gusto, che contribuirà ad alimentarvi in modo sano al riparo dal cibo spazzatura. Va detto che il kiwi aiuta anche contro la stipsi, che in gravidanza può diventare fastidiosa, e aggiungersi ai fastidi già presenti durante la gestazione.

Il Kiwi, a differenza delle verdure, crescendo sugli alberi, non presenta nemmeno i requisiti per una contaminazione da Toxoplasma (veicolato per la maggio parte dei casi dalle feci dei gatti). Tra l’altro il kiwi va comunque sbucciato e questo porta a evitare il contagio.

E’ sempre comunque una buona prassi lavare il frutto prima di sbucciarlo e mangiarlo per motivi di igiene generale, e non perché il kiwi sia a rischio di toxoplasmosi, pericolosa in gravidanza.

Proprietà benefiche

Oltre all’elevata quantità di vitamina C contenuta, che supera di molto il limone, l’arancia e il peperone, il kiwi è ricco anche di una vitamina importantissima, la E, oltre a contenere grandi dosi di ferro, rame e minerali che, uniti insieme rendono il wiki un alimento di forte connotato anti anemia. La dose elevata di minerali in esso contenuti gli conferisce caratteristiche di regolazione del sistema cardio circolatorio e vascolare, regolando la pressione arteriosa.

Grazie alla quantità di acqua che costituisce il succo del Kiwi, questo prezioso frutto ha anche effetti diuretici e rinfrescanti. Con i Kiwi infatti è possibile anche realizzare succulenti cocktail che non necessitano dell’apporto di zuccheri ulteriori.

kiwi-cocktail

Un altro vantaggio dell’assunzione di kiwi in gravidanza, è quello relativo alla resistenza della pianta ai parassiti che permette agli agricoltori di non dover fare uso di pesticidi per coltivarlo, consigliando questo alimento in gravidanza, quando l’attenzione all’alimentazione sana e lontana da tossine e agenti chimici è fondamentale.

Storia e diffusione<(h2>

Il Kiwi prende nome dall’uccello omonimo neo-zelandese e viene esportato dalla Nuova Zelanda in America nei primi anni ’60, dove ottiene un discreto successo. Nel 1970 il kiwi arriva in Italia, dove viene coltivato in molte varietà, in tutte le regioni italiane, con una produzione stimata di 500.000 tonnellate, superando così il paese di origine di questo frutto (la Nuova Zelanda), che ne produce circa 270.000 tonnellate.

Negli ultimi due decenni il kiwi ha visto la produzione italiana aumentata di molto, con la nascita di regolamentazioni governative che aiutano i produttori nello sviluppo della coltura di questo importante alimento, consentendo di sopperire alla richiesta interna del paese e anche in alcuni casi di esportare i kiwi italiani all’estero.

Valori nutrizionali

L’istituto nazionale della nutrizione ha reso pubblici i dati relativi alla composizione del Kiwi, comprensivo del valore di proteine, zuccheri, fibre e gli altri nutrienti fondamentali ad una corretta alimentazione:

Parte edibile 87%
Acqua g. 84,6
Proteine g. 1,2
Grassi g. 0,6
Zuccheri disponibili g. 9,0
Fibra g. 2,6
Energia k cal 44
Ferro mg. 0,5
Calcio mg. 25
Fosforo mg. 70
Sodio g. 5
Potassio mg. 400
Vitamina c mg. 85

I valori sopra riportati si riferiscono al kiwi fresco per 100 grammi di parte edibile.