I comportamenti da evitare durante la gestazione

La gravidanza, quando desiderata, è uno dei periodi più felici per una donna. Ma dopo la prima normale eccitazione iniziano a comparire ansie e paure. Il consiglio é di cercare di vivere questi splendidi mesi nel migliore dei modi, adottando un’alimentazione e dei comportamenti più corretti.

L’alimentazione

Al contrario di quanto si pensava fino a qualche tempo fa non è vero che in gravidanza si debba mangiare per due. E’ anzi necessario bilanciare bene la propria alimentazione al fine di non far alzare troppo alcuni valori come la glicemia, i trigliceridi e il colesterolo. Per tutte quelle donne che hanno intolleranze alimentari o che già prima della gravidanza avevano qualche valore alterato, è consigliato che almeno durante questo periodo chiedano aiuto ad un nutrizionista. In questo modo riusciranno ad avere un’alimentazione corretta e bilanciata per tutti i nove mesi.
Al di là delle particolarità specifiche, in gravidanza bisogna sempre fare attenzione a ciò che si assume, perché alcuni cibi potrebbero compromettere la corretta crescita del bambino.

Il nemico più temuto è la toxoplasmosi, si tratta di una malattia infettiva causata dal Toxoplasma gondii. Questo parassita solitamente vive all’interno dell’intestino dei gatti che si sono infettati cibandosi di piccoli roditori. La gestante che vive a contatto con un gatto non deve però allarmarsi, il pericolo può essere praticamente annullato se si esegue un’accurata pulizia quotidiana della lettiera indossando dei guanti monouso in lattice. Questo parassita può essere presente anche nelle carni crude o poco cotte, nelle verdure non lavate e nei latticini non pastorizzati. E’ quindi importante fare molta attenzione ai cibi che vengono quotidianamente ingeriti, in fondo bastano poche semplici regole. Tutta la carne deve essere ben cotta, devono essere assolutamente eliminati dalla dieta salumi e insaccati di carne cruda.

E’ possibile consumare verdura cruda e frutta con la buccia, ma solamente dopo essersi accertati di averla lavata bene con un po’ di bicarbonato. E’ quindi sconsigliabile consumare questi cibi fuori casa. L’esame per verificare la presenza di toxoplasmosi è semplice e veloce, lo si fa con un semplice prelievo venoso. E’ preferibile che le donne che abbiano intenzione di intraprendere una gravidanza lo facciano preventivamente. Se in passato è stata già contratta questa malattia si può star un po’ più tranquille, ma la maggior parte delle donne risultano essere negative a questo esame.

Un altro cibo assolutamente da evitare in gravidanza sono le uova crude non pastorizzate, che si trovano spesso in creme e salse fatte in casa. Anche il gelato è prodotto con uova crude, ma solitamente le grandi fabbriche utilizzano solamente uova pastorizzate. Prima di consumare un gelato artigianale, quindi, è bene accertarsi che non sia stato prodotto con uova fresche.

I ginecologi solitamente consigliano alle gestanti di assumere molti liquidi, ovviamente sono da evitare tutte quelle bevande che contengono zuccheri, privilegiando in assoluto l’assunzione di acqua.

Comportamenti da tenere e da evitare

Durante tutta la durata di una gravidanza le gestanti non devono limitarsi a fare attenzione ai cibi che ingeriscono, devono anche modificare alcune abitudini. Sono sicuramente da evitare nel modo più assoluto il fumo e l’assunzione di alcolici. Anche la medicazione fai da te è assolutamente bandita durante la gestazione, i farmaci dovranno essere assunti solamente dietro esplicita richiesta del medico curante. Potrebbe sembrare strano, ma anche alcuni prodotti naturali e di erboristeria sono controindicati in gravidanza, è quindi consigliabile leggere bene l’etichetta prima di utilizzare qualsiasi tipo di prodotto cosmetico.

Durante la gravidanza è molto importante assumere quotidianamente l’acido folico, poiché questa vitamina non viene prodotta direttamente dall’organismo. Questo elemento è presente in tantissimi cibi, ma durante la gestazione è importante assumerlo in quantità elevate per prevenire alcune malformazioni del feto, come i difetti del tubo neurale (DTN) associati alla spina bifida. Inoltre se il ginecologo lo riterrà opportuno potrà prescrivere alla futura mamma una serie di integratori alimentari contenenti ferro, calcio, magnesio, vitamine e omega 3.

Per quanto riguarda lo sport è preferibile interrompere qualsiasi attività che comporti esercizio aerobico. Le gestanti che, prima della gravidanza, praticavano parecchie ore di attività sportive possono rivolgersi al proprio ginecologo e decidere insieme le attività che possono essere praticate. Tutte le altre donne potranno invece dedicarsi ad una ginnastica più dolce, studiata proprio per le future mamme.

Durante questo periodo il corpo della donna cambia velocemente e i capelli crescono e si sporcano più in fretta. Possono essere lavati tranquillamente con uno shampoo neutro che non alteri il PH del cuoi capelluto, ma per quanto riguarda le tinture, invece, sarebbe corretto evitarle per tutta la durata della gravidanza. Se proprio non se ne può far a meno, dopo il terzo mese, possono essere utilizzate tinture senza ammoniaca e prodotti naturali.

E’ bene ricordare sempre che la gravidanza non è una malattia, quindi la vita della gestante può procedere come prima, andando al lavoro, guidando la macchina, facendo le pulizie domestiche, etc., bisognerà solo fare tutto con un po’ più di calma, assecondando i ritmi che detta il corpo.