Le ecografie della gravidanza

Introdotta in Italia alla fine degli anni ’70, l’ecografia è un’indagine diagnostica che, sfruttando gli ultrasuoni, mostra immagini in grado di accompagnare i futuri genitori nell’intero percorso dal concepimento al completo sviluppo del bimbo e, cosa più importante, permette di diagnosticare eventuali anomalie e sindromi patologiche del feto.

thumb-ecografia-8-settimana thumb-ecografia-13-settimana thumb-ecografia-17-settimana
Intorno all’ottava settimana di gravidanza si esegue la prima ecografia che evidenzia la sagoma dell’embrione. Durante questa ecografia è possibile evidenziare il sesso del feto in grado, ora, di effettuare dei piccoli movimenti. Alla 17° settimana di gravidanza il sesso è ormai visibile chiaramente, come anche le restanti parti del corpo.
thumb-ecografia-22-settimana thumb-ecografia-23-settimana-morfologica thumb-ecografia-27-settimana
Il bambino è sviluppato e si iniziano a distinguere i tratti del viso e gli organi. L’ecografia morfologica permette di studiare il corretto sviluppo degli organi; deve essere effettuata entro la 22° settimana. Si inizia a vedere sempre con maggiore difficoltà il corpo intero del bambino, date le grandi dimensioni.
thumb-ecografia-32-settimana thumb-ecografia-36-settimana
La 32° settimana rappresenta un passaggio importante nel monitoraggio della crescita del bambino e del suo stato di salute. In questa settimana si analizza principalmente lo stato di crescita del bambino e degli organi, nonchè, la posizione podalica o cefalica.

Di norma, la prima ecografia in gravidanza si esegue intorno all’ottava settimana, mentre l’ultimo esame ecografico un mese prima del parto. A partire dalla 40° settimana, sarà possibile effettuare monitoraggi nelle strutture ospedaliere scelte per il parto. I monitoraggi valutano la presenza di contrazioni e la frequenza del battito cardiaco fetale.