Decima settimana di gravidanza

Questa settimana segna un punto importante per la gravidanza. In questa fase, al termine cioè del primo trimestre, la gravidanza si intende “confermata”, al netto di eventuali esami di screening che potrebbero portare la coppia ad un aborto volontario (vedasi il capitolo “amniocentesi”, per la ricerca di malattie genetiche).

Il Feto è in fase di formazione ed è necessario assolutamente mantenere una dieta sana e uno stile di vita corretto e lontano da fumo, alcool e altri pericoli per la formazione del corpicino del bambino.

Abbiamo quasi raggiunto il periodo terminale del primo trimestre di gravidanza, proprio con la decima settimana. In questa fase la maggior parte delle donne iniziano a dare a parenti e amici la bella notizia, considerando il famoso “terzo mese” come completato!

E’ il caso di iniziare a considerare la gravidanza come “certa” e a preoccuparsi per il lavoro e l’organizzazione dei prossimi mesi, che vi vedranno in attesa e in alcuni casi, obbligate al riposo. L’organizzazione preventiva delle faccende necessarie vi consentirà di giovare poi della tranquillità necessaria a portare avanti una gravidanza ottimale.

La crescita del bambino

Nella 10° settimana di gravidanza, il Feto ha superato le dimensioni di una ciliegia e raggiunge ora le dimensioni di un’albicocca, dai 3 ai 4 centimetri, per un peso di circa 5 grammi.

Il corpo e le fattezze del bimbo sono completi e da ora si passa esclusivamente alla crescita e al miglioramento dei tessuti, poiché gli organi e tutte le componenti del corpo, dalle ciglia alle unghie, sono già al loro posto. In questa settimana di gravidanza vedono la separazione le dita delle mani e dei piedi, che nelle precedenti settimane erano uniti (palmati). Il cervello si sviluppa in modo rapido al ritmo di mezzo milione di nuove cellule neuronali al minuto. Denti e palato sono pronti e il cuore ha completato lo sviluppo e la separazione in atri e ventricoli.

E’ ancora presto per vedere il sesso del bambino (in particolare per apprezzare la presenza dei genitali maschili), che nell’ecografia della tredicesima settimana sono invece già apprezzabili nella maggior parte dei casi. In questa settimana si può iniziare a svolgere l’esame diagnostico di malattie genetiche noto con il nome di villocentesi.

Cosa accade al corpo della mamma

Ancora in aumento i livelli di progesterone ed estrogeni, gli ormoni della gravidanza. Il corpo reagisce a tale distribuzione elevata di ormoni con l’aumento del seno e leggera sensazione di formicolio e fastidio di ipersensibilità al seno ricordando in molti casi le sindromi premestruali.

In aumento la stanchezza e la sonnolenza. Molte donne lamentano inoltre perdite e leggeri sanguinamenti (consultare comunque sempre il proprio ginecologo in questi casi) e la nausea mattutina che spesso si protrae anche durante la giornata, portando in alcuni casi al vomito. L’aumento della sensibilizzazione a odori e profumi accentua questo malessere in caso di odori sgradevoli.

Si accentuano ancora le voglie o il rifiuto per alcuni cibi; questa tipologia di sintomo però è destinata a sparire al termine del primo trimestre.

Altri sintomi normali che non devono preoccupare particolarmente sono l’aumento della temperatura corporea, e l’aumento del peso.

Va detto che molte donne non presentano alcuni di questi sintomi e che ogni corpo reagisce alla gravidanza in modo molto differente. Ricordatevi che esistono donne in sovrappeso e con il ciclo molto irregolare che non si accorgono di essere incinta fino al 5° o 6° mese di gravidanza, proprio per l’assenza di sintomi!

Come comportarsi

In generale, mantenere un approccio positivo alla gravidanza è il primo passo verso il successo. I motivi di stress e di preoccupazione possono essere molti, anche se spesso è sufficiente condividerli con il proprio medico e con il proprio partner per riuscire a scacciare ogni pensiero negativo.

Prendetevi tutto il tempo per voi che ritenete necessario e imparate a dialogare con il vostro corpo. Esercizi di Yoga vi permetteranno di rilassarvi e entrare nell’ottica di vivere i 9 mesi che vi aspettano con filosofia e nel massimo rispetto per il vostro fisico, che si sta prendendo cura di costruire una nuova vita dentro sé.

Pensate positivo, pensate al futuro del vostro bambino e della vostra famiglia e preparatevi ad affrontare con la massima serenità le prossime settimane di gravidanza.

Non dimenticate di rendere partecipe il vostro partner delle vostre sensazioni, dell’entusiasmo che proverete e delle difficoltà che incontrerete. In tutto il percorso della gravidanza, sarà fondamentale coinvolgerlo per non farlo sentire un estraneo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *