Come avviene la fecondazione

Quando l’uomo e la donna si uniscono in un rapporto sessuale, danno la possibilità ai 22 gameti + 1 sessuale (X e Y) =23, presenti nell’ovulo e nello spermatozoo, di unirsi per creare la vita.

Gli spermatozoi rilasciati, nel corpo della donna durante il suo periodo fertile (fase ovulatoria), possono rimanere attivi per i successivi 4 giorni (mentre l’ovulo sopravvive solo 24 ore). La presenza di cripte e di muco a livello del collo dell’utero ne assicurano la persistenza, mentre le prostaglandine che si trovano nel liquido seminale e l’ossitocina, danno la spinta alla corsa degli spermatozoi.

La distanza che questi compiono è incredibile e lo fanno a grande velocità. E anche se partono in molti (da 40 a 600 milioni), solo uno riuscirà ad entrare nell’ovulo e fecondarlo. Questo avviene a livello delle tube di Falloppio, dove l’unione delle 2 cellule creerà la prima cellula del futuro bimbo, lo zigote: 46 cromosomi in totale (23 materni+23 paterni).

Dopo circa 5 giorni, lo zigote sie è trasformato in blastocisti ed è in utero dove inizia una fase fondamentale, l’impianto.

La cellula deve attaccarsi all’utero e deve, in senso letterale, penetrarlo. Per fare questo impiega circa 7 giorni, terminando il 28° giorno del ciclo. Se tutto procede, la gravidanza ha inizio, anzi è ufficialmente iniziata da 14 giorni (28 per il vostro ginecologo)!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Current month ye@r day *